Regione Autonoma della Sardegna

Articolazione degli uffici

Servizio Sociale

Informazioni
Tipologia
Ufficio
Denominazione
Servizio Sociale
Competenze
E L E N C O   D E I   S E R V I Z I
 - Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.). 

DESTINATARI
 Il Servizio di Assistenza Domiciliare è un servizio sociale di base, costituito da un'insieme di interventi che si svolgono in via prioritaria a domicilio dell'utente. I destinatari dell'assistenza sono in particolare persone (o nuclei familiari) anziane, soggetti disabili o affetti da problemi di salute mentale, e più in generale tutti coloro che sono semi autosufficienti o hanno ridotte capacità  funzionali.
Il servizio è usufruibile a domicilio (fascia oraria 7,30- 20,00) e riguarda: Interventi di carattere domestico (governo della casa, pulizia, igiene personale, preparazione pasti, etc...); attività  socio-assistenziale (disbrigo pratiche, piccole commissioni, accompagnamento alle visite mediche, sostegno e stimolo all'autosufficienza).
Il servizio, affidato mediante asta pubblica e tenendo presente le indicazioni contenute nella L.R. 16/97, è gestito da una Cooperativa Sociale la quale fornisce assistenti domiciliari qualificati.
 
DOVE RIVOLGERSI
 
Per l'accesso al servizio, è necessario rivolgersi all'Assistente Sociale del Comune di residenza con cui viene concordato un Piano di Assistenza Domiciliare che definisce la frequenza delle attività , la durata e la tipologia delle prestazioni da assicurare. La richiesta di fruizione del servizio avviene attraverso la compilazione di apposita modulistica contenente i dati del destinatario del servizio e il tipo di prestazione che verrà  erogata. Per questo servizio è prevista una contribuzione, da parte dell'utente per il costo degli interventi, che verrà  calcolata in base al reddito del richiedente e dei componenti il suo nucleo familiare. Se il soggetto (o nucleo familiare) è privo di reddito o ha un reddito inferiore al minimo vitale annuo, non dovrà  versare alcuna contribuzione.

- Concessione assegni di maternità  L. 448 del 23.12.1998 Art. 66.
 
DESTINATARI E MODALITA' DI PRESENTAZIONE RICHIESTE
E' un contributo previsto per la nascita di un figlio in famiglie con una determinata situazione economica. Chi ha diritto: residenti  madri con cittadinanza italiana, comunitarie o extracomunitarie con carta di soggiorno, assenza simili trattamenti previdenziali - valore dell'Indicatore Situazione Economica Equivalete (I.S.E.E. rilasciato dai Centri Assistenza Fiscale CAAF convenzionati) non superiore al relativo parametro Tabellare di reddito previsto.
I termini di presentazione delle domande sono stabiliti entro i 6 mesi dalla nascita del figlio. Le domande devono essere presentate presso il Servizio Sociale del Comune.
 
- Concessione assegni nucleo familiare L. 448 del 23.12.1998 Art. 65.
Chi ha diritto: cittadini italiani, residenti, con almeno 3 figli minori a carico ed un valore dell'Indicatore Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E. rilasciato dai Centri Assistenza Fiscale CAAF convenzionati) non superiore al relativo parametro Tabellare di reddito previsto.
 
- Utilizzo Centro di Aggregazione Sociale.
 
COSTI A CARICO DI SOGGETI O ASSOCIAZIONI UTILIZZATRICI DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE
 
DESTINATARI
 
a) ASSOCIAZIONI: tutte le iniziative attivate nel centro di Aggregazione Sociale che non prevedano il pagamento di un biglietto di ingresso, o comunque tutte le Associazioni, Enti o Società  senza scopo di lucro che abbiano pubblico interesse, l'utilizzo del Centro da parte di queste ultime è gratuito.
Qualora un'Associazione, Cooperativa, Ente richieda l'utilizzo del centro per attività  ove è previsto il pagamento ad utenti di un biglietto o di una retta (settimanale/mensile / annuale) l'Associazione richiedente dovrà  versare a favore dell'Amministrazione una quota corrispondente alle spese a carico del Comune per le utenze relative al periodo di utilizzo (luce, riscaldamento, acqua ecc...) forfetariamente quantificate in € ____________;

- Inserimenti occupativi per soggetti svantaggiati.
 
Normativa di riferimento: Legge Regionale 5.12.2005 n. 20 art. 35 Norme in materia di promozione dell'occupazione, sicurezza e qualità  del lavoro.
Destinatari e modalità  di presentazione domande
Attraverso gli inserimenti occupativi, l'Amministrazione Comunale, si è preposta di prevenire e rimuovere situazioni di bisogno ed emarginazione di coloro che per diverse motivazioni si trovano esclusi dai processi lavorativi. Il servizio in oggetto intende restituire al soggetto l'autonomia perduta dando una risposta al disagio che spesso si cela dietro la richiesta di contributo economico e cercando di rimuovere lo stato mentale di dipendenza e di passività . L'inserimento è previsto per un periodo da 1 a 3 mesi per un impegno giornaliero di 3 ore da svolgersi prevalentemente in attività  di pulizia strade, giardinaggio, supporto agli uffici comunali. La somma erogata per lo svolgimento di tale attività  è¨ pari a € 300,00 mensili circa.
Le domande di inserimento devono essere inoltrate presso l'Ufficio di Servizio Sociale del Comune ove esiste la apposita modulistica.

- Assistenza Economica.
 
Destinatari
 
L'assistenza economica è una misura di natura economica che si concretizza nella concessione di una somma di denaro finalizzata a prevenire o rimuovere condizioni di povertà , emarginazione e disagio sociale. L'erogazione di tale somma è preceduta dalla valutazione della condizione socio economica del richiedente. Il contributo economico può essere concesso sia nei casi in cui il richiedente non superi il minimo vitale, sia qualora superi il minimo vitale ma si trovi in presenza di eventi eccezionali (malattia, lutto, separazioni).
La valutazione sarà  effettuata caso per caso dal servizio Sociale. Con l'espressione minimo vitale si intende il livello minimo reddituale necessario al soddisfacimento dei bisogni primari della persona relativi agli alimenti, il vestiario, all'igiene personale e alla vita di relazione. Il minimo vitale viene definito dalla Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato Igiene e Sanità  e dell'Assistenza Sociale e adeguato ogni anno in base all'aumento del costo della vita. Il contributo economico può essere erogato anche sotto forma di buoni alimentari per l'acquisto di beni di prima necessità  o di buoni mensa per la scuola dell'Infanzia o elementare.
 
A CHI RIVOLGERSI
 
Per inoltrare richiesta di assistenza economica bisogna rivolgersi al Servizio Sociale del Comune dove l'Assistente Sociale effettuerà  un indagine socio economica e richiederà  apposita documentazione attestante il bisogno espresso.

- Erogazione sussidi a favore di particolari categorie (leggi di settore).
 
NORMATIVA E DESTINATARI

 
- Erogazione sussidi ai sensi della L.R . n. 20 del 30.05.1997 Nuove norme inerenti le provvidenze a favore di persone residenti affette da patologie psichiatriche;
- Erogazione sussidi ai sensi della L.R. n. 27 del 25.11.1983, Sussidi in favore dei talassemici, emofilici ed emolinfopatici maligni;
- Rimborso spese di trasporto soggetti handicappati ai sensi della L.R. n. 8 del 26.02.1999;
- Rimborso spese viaggio e di soggiorno ai sensi della L.R. n. 9/2004, art. 1 lett. f) in favore di cittadini residenti affetti da neoplasia;
I cittadini interessati possono rivolgersi all'Ufficio di Servizio Sociale del Comune ove è presente tutta la modulistica e per avere tutte le informazioni relativamente alle Leggi di cui sopra.

- Finanziamenti Piani Personalizzati ai sensi della Legge 162/98 per portatori di handicap in stato di gravità .
 
La legge 162/98 denominata "Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, concernenti misure di sostegno in favore di persone con handicap grave" prevede per i soggetti riconosciuti da apposita Commissione Medica portatori di handicap grave, l'opportunità  di richiedere alla Regione Autonoma della Sardegna finanziamenti utilizzabili per realizzare interventi individuali a carattere sociale denominati Piani Personalizzati. Annualmente i Comuni, seguendo le linee guida dell'Assessorato Igiene e Sanità  stabilisce che stabiliscono le modalità  di accesso a tali finanziamenti, predispongono i Progetti (Piani Personalizzati) in collaborazione con il disabile e/o la sua famiglia. 
 
INTERVENTI
 
I finanziamenti possono essere utilizzati solo per i seguenti interventi : attivazione di servizi di assistenza domiciliare specialistica o generica, attivazione di interventi educativi, accoglienza presso centri diurni o centri diurni integrati, svolgimento di attività  ricreative o sportive o l'inserimento in strutture residenziali autorizzate ma per non più di 30 giorni nell'arco di un anno. 
 
ACCESSO
 
La richiesta di accesso ai finanziamenti è subordinata alla compilazione di apposite schede contenenti informazioni utili per la predispone del Piano Personalizzato. A tali schede, disponibili presso il Servizio Sociale, si deve allegare il verbale di riconoscimento dello stato di handicap grave del richiedente nonchè certificazione attestante la sua situazione reddittuale.
La documentazione verrà  poi inviata all'Assessorato Regionale dell'Igiene, Sanità  e Assistenza Sociale ove apposita Commissione procederà  alla relativa valutazione degli stessi e gli importi dei finanziamenti concessi. La richiesta di finanziamento à annuale.

- Programma Sperimentale per la realizzazione di interventi di contrasto delle povertà  estreme.

DESTINATARI:
_ nuclei familiari, persone singole e cittadini stranieri con reddito insufficiente, che risiedano nel Comune di Villa San Pietro da almeno due anni nel territorio della Regione Sardegna. Secondo gli indicatori di cui alla Delibera della Giunta Regionale n. 40/17 del 09.10.2007, viene considerato reddito insufficiente l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore ad € 4.500,00 annui comprensivo dei redditi esenti IRPEF.
I requisiti richiesti devono essere posseduti alla data della presentazione della domanda da redigersi secondo i moduli predisposti dal Servizio Sociale.
PROCEDURA PER LA RICHIESTA :

La domanda dovrà  essere compilata utilizzando l'apposito modulo disponibile presso la sede del Servizio Sociale comunale e nel sito internet del Comune di Villa San Pietro(www.comune.villasanpietro.ca.it) e dovrà  essere presentata all'ufficio Protocollo dell'Ente e corredata della seguente documentazione:
copia documento di identità  del richiedente;
copia codice fiscale;
certificazione ISEE anno 2007, di cui al Decreto Legislativo n. 109/98, comprensivo dei redditi esenti IRPEF, da richiedersi presso un C.A.F;

- Assegnazione di contributi ad integrazione di canoni di locazione sostenuti dalle famiglie in condizioni di disagio economico L. n. 431/98. 

 ART. 1 “ Requisiti dei beneficiari.

Destinatari dei contributi sono i titolari di contratti di locazione di unità  immobiliari ad uso residenziale site nel Comune di residenza e occupate a titolo di abitazione principale o esclusiva. La locazione deve permanere al momento della presentazione della domanda e risultare da un contratto regolarmente registrato.

La residenza anagrafica nel Comune deve sussistere al momento della presentazione della domanda.

Sono esclusi i titolari di contratti di locazione di unità  immobiliari classificate nelle categorie catastali A1, A8 E A9.

Non sono ammessi i nuclei familiari nei quali anche un solo componente risulti titolare del diritto di proprietà , usufrutto, uso e abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ai sensi dell'art. 2 della L.R. 13/89. 
 

ART. 2 “ Definizione del nucleo familiare.

Il nucleo familiare è composto dal richiedente e dai componenti la famiglia anagrafica, ai sensi dell'art. 4 del D.P.R. n. 223 del 1989. Fanno altresì parte del nucleo familiare i soggetti a carico ai fini IRPEF di uno dei componenti la famiglia anagrafica.

Nel caso di coabitazione di più nuclei familiari può essere presentata una sola domanda di contributo.

ART. 3 “ Presentazione delle domande.

Le domande di contributo dovranno essere presentate presso l'Ufficio Servizi sociali del Comune entro il giorno 30 GIUGNO 2008
 

ART. 4 - Requisiti reddituali.

La concessione dei contributi è subordinata alla sussistenza dei seguenti requisiti reddituali:

Reddito annuo fiscalmente imponibile complessivo del nucleo familiare uguale o inferiore alla somma di due pensioni minime INPS pari a € 11.521,12 rispetto al quale l'incidenza sul reddito del canone annuo corrisposto è superiore al 14% (fascia A);

Reddito annuo fiscalmente imponibile complessivo del nucleo familiare superiore a quello della fascia A ma uguale o inferiore a € 11.465,00 (incrementato progressivamente di 19% per un nucleo familiare con 1 o 2 persone, 43% con 3 persone, 67% con 4 persone, 75% con 5 o più persone) rispetto al quale l'incidenza sul reddito del canone annuo corrisposto è superiore al 24% (fascia B).

ART. 5 “ Determinazione della misura del contributo.

L'entità  del contributo non può eccedere la differenza tra il canone annuo risultante dal contratto di locazione, al netto degli oneri accessori, e il canone considerato sopportabile in relazione al Reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare, vale a dire:

Reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare x 14% (punto a) o 24% (punto b) = canone sopportabile.

Il contributo da assegnare non può comunque essere superiore a € 3.098,74 per i nuclei familiari in possesso di un reddito annuo non superiore a due pensioni minime INPS (fascia A) e a 2.320,00 annui per i nuclei familiari in possesso di un reddito annuo superiore a tale limite e comunque uguale o inferiore al limite di cui al precedente punto b).

- Interventi di animazione per minori.

Le attività  di animazione a favore dei minori vengono svolte presso il Centro di Aggregazione Sociale Comunale sito in Via Bellini n° 1, nel corso di tutto l'anno  per tre volte alla settimana e per circa quattro ore giornaliere. Le attività  sono gestite da un Animatore socio-culturale e si concretizzano nella realizzazione di laboratori di attività  manuali, ricreative e di socializzazione. Il servizio è gratuito e si rivolge a minori tra i 6 e i 14 anni.

L'accesso al servizio è subordinato alla compilazione di un modulo di iscrizione che si può ritirare presso il Servizio Sociale Comunale e presso il Centro di Aggregazione Sociale.

- Interventi di animazione ESTIVA per minori.
Le attività  di animazione per i minori tra i 6 e i 14 anni si svolgono anche nel corso dell'estate, in particolar modo tra giugno e settembre, attraverso il servizio Spiaggia Day, animazione in piazza, escursioni, ecc...

Il Servizio Spiaggia Day si esplica attraverso l'accompagnamento presso la spiaggia di Pula, da parte di 3 animatori qualificati di circa 35 bambini. La permanenza al mare è prevista per una mezza giornata con la stretta sorveglianza di un bagnino, con partenza in prima mattinata e rientro per il pranzo a casa.

Il trasporto dei minori e ogni altro onere derivante dall'intervento è garantito dal Servizio Sociale. La partecipazione al servizio prevede la contribuzione dell'utenza.

L'entità  delle somme è fissata con deliberazione della Giunta Comunale di anno in anno in base all'aumento dei costi per il trasporto, dell'assicurazione dei partecipanti e degli operatori coinvolti Per partecipare la servizio spiaggia day è necessario presentare domanda d'iscrizione presso il Servizio Sociale Comunale.

Interventi di animazione per anziani (Soggiorno climatico).

L'Amministrazione Comunale consapevole delle problematiche legate alla terza età  spesso collegate all'isolamento sociale e alla solitudine, annualmente organizza un soggiorno socio-culturale per gli anziani al fine di offrire un piacevole momento di svago e socializzazione. Il soggiorno viene programmato per il mese di settembre o ottobre per un numero di circa 40 anziani. Gli anziani partecipano al costo del servizio versando una quota di contribuzione che viene determinata ogni anno con deliberazione della Giunta Comunale. 

I moduli di richiesta di partecipazione sono disponibili presso l'Ufficio di Servizio Sociale del Comune nei giorni di apertura al Pubblico nei seguenti giorni:
 

 

Martedì dalle 11,00 alle 13,00;

Giovedì dalle 11,00 alle 13,00
Telefono
070/90770104
Fax
070/907419
Email
servizi.sociali@comune.villasanpietro.ca.it
Pec
servizisociali@comunevillasanpietro.postecert.it
Orario Pubblico
Mattino    Pomeriggio
Lunedì          
Martedì    11.00 -13.00     
Mercoledì          
Giovedì    11.00 -13.00     
Venerdì          
Responsabile
Fernanda Prasciolu
070/90.770.104
servizi.sociali@comune.villasanpietro.ca.it
torna all'inizio del contenuto