Comune di Villa San Pietro

Gestione territorio

Il Comune di Villa San Pietro è dotato di un Piano Urbanistico Comunale (PUC) adottato con deliberazione del commissario ad Acta n. 9 del 20 Aprile 1999 e definitivamente approvato con Deliberazione del Commissario ad Acta n. 5 del 28 Febbraio 2000.



A partire dall'anno 2004, la Regione Autonoma della Sardegna ha adottato il Piano di Assetto Idrogeologico (PAI), con Deliberazione della Giunta Regionale n. 54/33 del 30/12/2004, resa esecutiva con Decreto Assessoriale n. 3 del 21/02/2005, pubblicato nel B.U.R.A.S. n. 8 del 11/03/2005 e successive modificazioni ed integrazioni, che ha individuato nel territorio comunale delle aree a rischio idrogeologico per la quale si applica una specifica disciplina di salvaguardia anche in assenza di tempestivo adeguamento degli strumenti urbanistici comunali.



A partire dall'anno 2006, la Regione Autonoma della Sardegna ha adottato il Piano Paesaggistico Regionale (PPR) con Deliberazione della Giunta Regionale n. 22/3 del 24/05/2006, approvato poi definitivamente con Deliberazione della Giunta Regionale n. 36/7 del 05/09/2006. Conseguentemente tutti i comuni Sardi sono stati chiamati ad adeguare i propri strumenti urbanistici alle previsioni del PPR e fino al compimento di tale adempimento sono in vigore le norme di salvaguardia che incidono da subito sull'attività edilizia e urbanistica.



Il Comune di Villa San Pietro ha pertanto avviato l'iter di adeguamento del PUC al PPR per il quale è prevista la preventiva procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) di cui al D.Lgs. 152/2006 attraverso il compimento dei seguenti atti:



predisposizione del “documento di scoping” (o rapporto preliminare di cui all'art. 12 del D.Lgs. 152/2006) approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 09/10/2009;


avviamento e conclusione della prima fase di consultazione tra l'Autorità procedente (Comune di Villa San Pietro), l'Autorità competente (Provincia di Cagliari) e i Soggetti Competenti in Materia Ambientale, durante la quale sono stati esaminati i contenuti della bozza di Piano e del Rapporto Ambientale predisposti dal Comune di Villa San Pietro, nonché gli ulteriori approfondimenti concernenti lo studio del territorio, che ai sensi degli artt. 13 e 14 del D.Lgs. 152/2006 debbono essere contenuti nel Rapporto Ambientale definitivo, che costituirà la base di riferimento per le scelte strategiche nella redazione del PUC in adeguamento al PPR. Tra le altre, in tale fase è stato stabilito di dover preventivamente procedere alla redazione dello studio di compatibilità idraulica, geologica e geotecnica esteso all'intero territorio comunale, così come stabilito dall'art. 8 comma 2 delle Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del PAI.





Pertanto il Comune di Villa San Pietro ha provveduto alla predisposizione di tutti gli atti preparatori necessari alla predisposizione dello Studio di Compatibilità Idraulica, Geologica e Geotecnica previsto dall'art. 8 comma 2 delle NTA del PAI, adottato poi in data 06/06/2012 con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 11. Tale studio, ha rilevanti contenuti incidenti sull'attività edilizia e urbanistica, poiché ai sensi del citato art. 8 comma 2 delle NTA del PAI, essendo obbligatorio in sede di adeguamento degli strumenti urbanistici generali (adeguamento del PUC al PPR), assume la forma dell'adozione di una variante al PUC per la quale si applicano le norme di salvaguardia di cui alla legge 3 Novembre 1952 n. 1902 e successive modificazioni (nelle perimetrazioni dello Studio di Compatibilità Idraulica, Geologica e Geotecnica si attuano le NTA del PAI relative alle omonime aree di rischio). Attualmente lo studio di compatibilità e sottoposto all'approvazione della competente Autorità Idraulica, così come stabilito dagli artt. 24 e 25 delle NTA del PAI. Ottenuta la citata approvazione verrà avviato il processo di completamento del Rapporto Ambientale e di definizione del progetto di PUC in adeguamento al PPR a cui seguirà la seconda fase della procedura di VAS. Contemporaneamente potrà essere avviata, se l'autorità idraulica lo riterrà opportuno, anche la relativa variante al PAI con la conseguenza tra le altre, della possibilità di accesso per il Comune di Villa San Pietro ai finanziamenti relativi agli interventi di mitigazione dei rischio idraulici e idrogeologici previsti nel PAI.



Contemporaneamente questa Amministrazione ha avviato una “Variante Stralcio al PUC in parziale adeguamento al PPR”, finalizzata all'individuazione della nuova zona omogenea A e alla modificazione di alcune disposizioni del regolamento edilizio e delle norme tecniche di attuazione. Tale variante è stata adottata con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 23/09/2011, poi approvata definitivamente con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 del 06/06/2012, e attualmente sottoposta a verifica di coerenza di cui alla L.R. 22 aprile 2002, n.7, art. 31. Anche per tale variante al PUC trovano applicazione le norme di salvaguardia di cui alla legge 3 Novembre 1952 n. 1902 e successive modificazioni.



Contemporaneamente questa Amministrazione ha anche predisposto il Piano Particolareggiato del Centro Matrice di cui all'art. 52 delle NTA del PPR (al fine di anticipare gli effetti dell'adeguamento del PUC al PPR quantomeno all'ambito urbano) adottato poi con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 18/05/2011. Allo stato attuale è in atto la rielaborazione di tale piano in esito alle osservazioni pervenute ai sensi della legge regionale n. 45/1989. Anche per tale strumento urbanistico si applicano le norme di salvaguardia di cui alla legge 3 Novembre 1952 n. 1902 e successive modificazioni, nonché le norme di salvaguardia di cui al citato art. 52 delle NTA del PPR (poiché non perfezionato l'iter di approvazione definitiva e di verifica di congruità con il PPR stesso).

Oltre a ciò è in fase di accantieramento il progetto della nuova SS 195 che interessa in parte anche il territorio del Comune di Villa san Pietro e per la quale si applica la fascia di rispetto stradale prevista dal Nuovo Codice della Strada e dal relativo Regolamento di Attuazione.



Pertanto l'attività edilizia e urbanistica nel territorio del Comune di Villa San Pietro è attualmente disciplinata sinteticamente come appresso indicato:



Piano Urbanistico Comunale adottato con deliberazione del commissario ad Acta n. 9 del 20 Aprile 1999 e definitivamente approvato con Deliberazione del Commissario ad Acta n. 5 del 28 Febbraio 2000, come modificato dalla “Variante Stralcio in parziale adeguamento al PPR”, consistente sostanzialmente nell'individuazione della nuova zona omogenea A e nella modificazione di alcune disposizioni del regolamento edilizio e delle norme tecniche di attuazione, adottata con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 23/09/2011, poi approvata definitivamente con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 del 06/06/2012 e attualmente sottoposta a verifica di coerenza di cui alla L.R. 22 aprile 2002, n.7, art. 31;



con le limitazioni previste dai seguenti strumenti di pianificazione territoriale o aventi incidenza sulla pianificazione territoriale (non riportate negli elaborati del PUC):



Piano Paesaggistico Regionale adottato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 22/3 del 24/05/2006 e approvato poi definitivamente con Deliberazione della Giunta Regionale n. 36/7 del 05/09/2006;

Piano di Assetto Idrogeologico adottato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 54/33 del 30/12/2004, resa esecutiva con Decreto Assessoriale n. 3 del 21/02/2005, pubblicato nel B.U.R.A.S. n. 8 del 11/03/2005 e successive modificazioni ed integrazioni;


Studio di Compatibilità Idraulica, Geologica e Geotecnica esteso all'intero territorio comunale, adottato ai sensi dell'art. 8 comma 2 delle NTA del PAI, con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 06/06/2012 (alle aree a rischio individuate dallo studio di compatibilità si applicano le NTA del PAI);

Progetto della nuova SS 195 che interessa in parte anche il territorio del Comune di Villa san Pietro e per la quale si applica la fascia di rispetto stradale prevista dal Nuovo Codice della Strada e dal relativo Regolamento di Attuazione;



e per la nuova zona A – CENTRO STORICO, secondo le previsioni attuative del:



Piano Particolareggiato del Centro Matrice adottato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 18/05/2011, applicabile solamente agli interventi di cui all'art. 52 comma 1 lettera a) delle NTA del PPR, poiché non ancora concluso l'iter di approvazione definitiva e riconoscimento di adeguatezza di cui alla lettera b) dello stesso articolo.